Donne al potere e autonomia, così l’Islanda è uscita dalla crisi.

 

Donne al potere e autonomia, così l’Islanda è uscita dalla crisi

Con la crisi del 2008 in Islanda è successo di tutto: la rivoluzione delle pentole ha portato al potere una donna e apertamente gay. Reykjavík, la capitale, ha eletto come sindaco un comico. Oggi in Parlamento si discute la nuova Costituzione, la prima “partecipata” del mondo. Eppure alcuni rimpiangono l’alta finanza. [continua]

 

tratto da: “linkiesta.it