L’eroina dilaga, ma la politica fa salotto sulle canne.

 Il consumo di droga è aumentato negli anni della crisi. Si diffonde tra gli adolescenti. Ma non se ne parla più, nemmeno sui media.

Quando le cose vanno male gli individui cercano l’esaltazione del momento perfetto, almeno per una volta o il sonno ristoratore, inebriante, straniante. La fuga dalla realtà. Così, nel silenzio generale dei media e della politica, al di là di una pittoresca e inutile discussione sulla legalizzazione delle droghe leggere, la strada più breve è tornata ad essere il ricorso alla droga. Non siamo negli anni Settanta, ma poco ci manca. E se si guarda alla cocaina, alla cannabis, si sbaglia. Da più di un anno gli operatori del settore, quelli che le mani se le sporcano davvero per recuperare la gente che sta male, sottolineano il ritorno dell’eroina. Fiumi di droga entrano nelle nostre città, nei quartieri, nelle case, nelle scuole tant’è che uno degli indicatori di questo fenomeno sta nella percentuale in crescita di sostanze tossiche assimilabili a droga presente negli scarichi fognari, di cui periodicamente viene controllata la composizione chimica. [continua]

Articolo di: Fabio Lupino per Globalist.it

Globalist.it | L’eroina dilaga, ma la politica fa salotto sulle canne.

Argentina, saccheggi nei supermercati: due morti, Decine di feriti.

ARGENTINA, SACCHEGGI NEI SUPERMERCATI: DUE MORTI, DECINE DI FERITI -FOTO/VIDEO.

BUENOS AIRES – Due persone sono morte e altre dieci sono rimaste ferite (due in maniera grave), oltre a 500 persone fermate. È il bilancio dei saccheggi di centri commerciali – in particolare i supermercati – compiuti da giovedì scorso in varie città argentine. Le due vittime si sono avute a Rosario, terza città per importanza del paese. [continua]

Tratto da: “leggo.it

Le proteste degli indios in Brasile.

Le proteste degli indios in Brasile.

Negli ultimi giorni in Brasile ci sono state due manifestazioni di protesta molto diverse, anche se entrambe organizzata da popolazioni indigene che protestavano contro le autorità. La prima si è svolta nella capitale Brasilia e ha coinvolto qualche centinaio di nativi e di studenti, che protestavano perché alle tribù dei Guarani-Kaiowa venissero garantiti i diritti di proprietà sulle loro storiche aree di insediamento. […continua]

Tratto da: “il Post

 

Il “Sandy” dei poveri.

L’uragano Sandy ha fatto moltissimi danni. Milioni di dollari in fumo e diversi morti. E’ un peccato, come lo è il fatto che al mondo sembri sia stato solo un problema “Statunitense”. Invece l’ uragano ha seminato distruzione e morte anche altrove, tipo a Cuba. Ma Cuba non conta. Si sa.

Qui c’è un resoconto del passaggio Cubano di Sandy. Niente da invidiare a New York a quanto pare!  (tratto da: “fatti di cronaca“)

Anche today.it se ne occupa con vena giustamente polemica. (tratto da “today.it“)

I poveri non esistono.

Mettere la povertà fuori legge, ecco la sfida lanciata da numerose associazioni e riviste, tra cui Nigrizia e Combonifem, nella conferenza stampa tenutasi oggi a Roma, Giornata mondiale Onu contro la povertà. [continua…]

I poveri non esistono. Sono, siamo, impoveriti – Nigrizia.it.

Tratto da: nigrizia.it

Sito ufficiale della Campagna

Pagina Facebook